‘A nome loro’, il concerto per le vittime di mafia con Levante, Daniele Silvestri e La Rappresentante di Lista

0
16
‘a-nome-loro’,-il-concerto-per-le-vittime-di-mafia-con-levante,-daniele-silvestri-e-la-rappresentante-di-lista

Dopo il successo dello scorso anno, torna “A Nome Loro – Musiche e voci per le vittime di mafia”, una lunga maratona musicale (e non solo) che il 25 maggio 2024, dal primo pomeriggio a mezzanotte, nello straordinario situation del Parco Archeologico di Selinunte, nel Comune di Castelvetrano, in provincia di Trapani, riunirà alcuni dei più importanti protagonisti della musica italiana, oltre a giornalisti, attivisti e familiari di vittime della mafia.

Saliranno sul palco Levante, La Rappresentante di Lista, Malika Ayane, Raiz, Daniele Silvestri, Paolo Fresu, Arisa, Simona Molinari che si esibirà anche insieme al Coro Do Re Mi dei bambini della scuola “Giuseppe Di Matteo” di Castelvetrano, Cristiano Godano dei Marlene Kuntz, Gianluca Petrella, Anna Castiglia, Davide Shorty, Modena Metropolis Ramblers, Mauro Ermanno Giovanardi dei La Crus, Andrea Satta dei Têtes de Bois, Angelo Sicurella, Bonnot, Giuseppe Anastasi, Silvia Mezzanotte e Mario Lavezzi.

140330728 9bc5c6df 6634 49aa 89fd e2eca88d7eba - ‘A nome loro’, il concerto per le vittime di mafia con Levante, Daniele Silvestri e La Rappresentante di Lista
La Rappresentante di Lista in concerto 

Prodotto dalla neonata associazione “A nome loro”, l’evento sarà trasmesso in diretta su Rai Radio 2 e sul Canale 202 del digitale terrestre dalle 21 alle 23, mentre la diretta sul sito di ANSA sarà divisa in due parti: dalle 15 alle 20.40 e poi dalle 23 a poco dopo la mezzanotte. Questa seconda edizione intende ribadire con forza l’esigenza di mantenere alta la guardia rispetto al fenomeno mafioso e tenere vivo il ricordo delle vittime di mafia.

Sul palco saliranno inoltre attrici e attori come Dajana Roncione, Donatella Finocchiaro, Luigi Lo Cascio, Paolo Briguglia, Fabrizio Ferracane e I Sansoni, per portare la loro testimonianza di impegno e memoria. Nell’space antistante al Tempio di Hera, gestita dall’agenzia di stampa ANSA, si alterneranno giornalisti esperti dell’argomento, esponenti della società civile come i rappresentanti di Addiopizzo, il giornalista Lirio Abbate e alcuni familiari di vittime di mafia come Salvatore e Emilia Catalano, Francesco Mongiovì, Rosa Maria Vento, Fina Valenti e Giovanni Montinaro.

Nata lo scorso anno da un’thought della pianista jazz Sade Mangiaracina qualche settimana dopo la cattura del superlatitante Messina Denaro, la prima edizione della manifestazione è stata organizzata nel febbraio 2023 in modo estemporaneo, sull’onda emotiva del successo riportato dalle forze dell’ordine. Quindi la decisione di spostare l’evento nell’space davanti al meraviglioso Tempio di Hera del V secolo A.C., capace di accogliere oltre 15 mila persone e di riprogrammarlo nella settimana di commemorazioni della Strage di Capaci.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here