Cannes Story, rivivi la grande storia del Competition in streaming su MYmovies

0
11
cannes-story,-rivivi-la-grande-storia-del-competition-in-streaming-su-mymovies

Quanta attesa c’è attorno agli annunci del pageant di Cannes? Ogni anno è una rincorsa al nome del presidente di giuria, alla lista dei movie del concorso, ai premi onorari, per un elenco che sotto la direzione oramai quasi venticinquennale di Thierry Frémaux è diventato più alto di una costituzione o di una bibbia. Per rivivere le luci della Croisette a casa tua c’è l’offerta della piattaforma streaming MYmovies ONE, mai are available in questo caso pronta a mimarne la grandeur della programmazione.

Sono oltre 90 i titoli passati da Cannes e presenti in catalogo, dal 1946 dell’hitchcockiano Infamous – L’amante perduta al 2022 de Il corsetto dell’imperatrice, dal concorso di Burning – L’amore brucia a chi poi è arrivato a sbancare gli Oscar come The Artist, dall’animazione de La famosa invasione degli orsi in Sicilia all’italiano-rom-calabrese A Ciambra di Jonas Carpignano.

Partiamo però con gli ultimi arrivi, perché la library di MYmovies ONE è in continua espansione. Dheepan – Una nuova vita è la Palma d’oro del 2015 a firma Jacques Audiard, che dal lontano Sri Lanka ci porta alla periferia di Parigi per trovare una casa in mezzo alla violenza e all’incomunicabilità. Di sdradicamenti e nuove inclusioni è pieno anche Animali selvatici di Cristian Mungiu, con il ritorno di Matthias nella natia Transilvania e tutto quello di nuovo che trova; come anche L’intrusa di Leonardo Di Costanzo, con le tensioni umane che si vengono a creare tra società civile e mafia locale.

233336570 5f2f2ed0 7219 4923 90f8 ce8876f6f30c - Cannes Story, rivivi la grande storia del Competition in streaming su MYmovies
Animali selvatici è una disarmante dissezione della natura umana e della contemporaneità, pervasa da tensioni, intolleranza e paura. In concorso a Cannes 2022. 

Sempre tra i nuovi arrivi, Revolution of our Time è un’immersione nella realtà delle proteste di Hong Kong tra la repressione cinese e il crescente senso di comunità della popolazione. Per viaggiare invece lungo i ricordi per immagini c’è Below the Silver Lake, neo-post-pop noir fumettoso e cospirazionista, pensato da David Robert Mitchell e indossato da Andrew Garfield.

Ma l’offerta abbraccia ogni tipo di premio e sezione, cominciando da due delle Palme d’oro più segnanti degli ultimi anni, cioè Parasite di Bong Joon-ho e The Sq. di Ruben Östlund – a cui si aggiunge il vincitore di Un Sure Regard 2018 Border – Creature di confine di Ali Abbasi.

La politica degli autori cannesiana è portata avanti dai premi alla regia, qui radunati in un parterre de rois che mette insieme Wong Kar-wai con Completely happy Collectively, Nuri Bilge Ceylan con Le tre scimmie, Olivier Assayas con Private Shopper, di nuovo Mungiu con Un padre, una figlia, e poi i fratelli Dardenne (L’età giovane), Andrey Zvyagintsev (Loveless), Bennett Miller (Foxcatcher – Una storia americana).

233338629 39268889 e803 4ef6 9592 1c9b91dc25a2 - Cannes Story, rivivi la grande storia del Competition in streaming su MYmovies
Below the Silver Lake è un moderno noir ambientato a Los Angeles, interpretato da Andrew Garfield e diretto dal regista di It Follows. 

Altra sfilata di stelle è quella delle attrici e degli attori premiati per la miglior interpretazione, tra classiche, nuove e nuovissime icone: Kirsten Dunst per Melancholia, Juliette Binoche per Copia conforme, Joaquin Phoenix per A Lovely Day, quindi Tony Leung Chiu-Wai (Within the Temper for Love), Cristina Flutur e Cosmina Stratan (Oltre le colline), Diane Kruger (Oltre la notte), Vincent Lindon (La legge del mercato).

E l’elenco continua con i Gran Premi della giuria a C’period una volta in Anatolia, La tartaruga rossa, Scompartimento n.6 e 120 battiti al minuto, l’esordio di Léonor Serraille premiato con la Caméra d’or per Montparnasse – Femminile singolare, le menzioni speciali a Il paradiso probabilmente la miglior sceneggiatura di Leviathan, il Premio della Giuria al miglior corto per Man of the Hour.

C’è, insomma, tutta la storia di Cannes in questi 90 titoli. Si può fare andare avanti e indietro nella storia del cinema solo stando davanti MYmovies ONE.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here