Emanuel Lo, dalla passione per Michael Jackson all’amore con Giorgia

0
15
emanuel-lo,-dalla-passione-per-michael-jackson-all’amore-con-giorgia

Ballerino professionista, coreografo, cantante e insegnante advert Amici di Maria De Filippi: un curriculum decisamente notevole quello di Emanuel Lo Iacono, per tutti semplicemente Emanuel Lo. Classe 1979, cresciuto a Cave (Roma) in una famiglia di artisti (la mamma cantava in un complesso assieme allo zio paterno), per Lo la chiamata dal mondo della danza è arrivata in tenera età grazie a Michael Jackson: “Già a quattro anni accendevo la television e l’unica cosa che mi rapiva non erano i cartoni animati ma period Michael Jackson – le sue parole di qualche tempo fa a Verissimo – mia madre, vedendomi, mi suggest di andare a fare una lezione di danza. Questo a sette anni, perché mia sorella già faceva danza, e io pensavo ‘Ecco, ritornerò e saprò ballare come Michael Jackson’. Invece, finita la lezione, il mio insegnante mi disse ‘Tu devi fare classico’. E io da lì ho iniziato a piangere, disperato, e il mio pianto è andato avanti per altri sei mesi perché ho iniziato un percorso classico. Finché ho scoperto la passione per quest’arte e ho iniziato a sentire subito che quella cosa mi poteva aiutare in quello che poi a me piaceva”.

E, negli anni, Lo è riuscito a trasformare questa sua passione nel suo mestiere: “Ho iniziato a lavorare come ballerino prestissimo – ha raccontato – a sedici anni già lavoravo professionalmente e a diciotto già ero partito fuori all’estero”. A high quality anni 90 il debutto in televisione come ballerino e coreografo al fianco dei grandi del piccolo schermo come Fiorello, Gianni Morandi, Simona Ventura, Raffaella Carrà, Amadeus e Lorella Cuccarini, con la quale forma ora advert Amici la squadra dei “CuccaLo”. In parallelo, è al fianco di grandi star internazionali come Luciano Pavarotti, Robbie Williams, Ricky Martin, Kylie Minogue, Geri Halliwell e Kanye West. Frequentazioni decisamente fuori dall’ordinario, così come fuori dall’ordinario è stata la sua carriera: tour, television, teatro, video musicali, eventi, esibizioni nei più rinomati palchi italiani ed esteri come il Pageant di Sanremo e gli MTV Video Muisc Awards, coreografo per present come X Issue e direttore artistico per le tournée di molti artisti come Fedez e J-Ax. “Come tutte le cose bisogna lavorare duro” aveva riferito in merito, “è un lavoro che veramente è una strada continua”.

Strada che, oltre al mondo del ballo, si è intersecata anche con il mondo del canto e, nel 2007, ecco allora il suo debutto discografico con l’album Più tempo: “Avendo iniziato a lavorare molto giovane, a un certo punto ho sentito il bisogno di cambiare e di fare una parentesi su questa danza. Proprio in quel periodo è arrivata l’occasione con Sony Music di firmare un contratto per poter fare degli album e ho colto l’occasione”. Un album prodotto nientemeno che da Giorgia, sua compagna dal 2004 e con la quale è diventato papà di Samuel nel 2010: “Non ci siamo fatti mancare niente” aveva raccontato parlando della sua storia ventennale con la cantante, “abbiamo vissuto tutto quello che ci dev’essere all’interno di una coppia, quasi da manuale: il momento felice, il momento del litigio, quello difficile, abbiamo fatto di questi vent’anni una storia”.

Fondatore e regista della VisionariLab, firma video con tantissimi artisti come Josè Carreras, Clementino, Lorenzo Licitra, Deddy, Giordana Angi e la stessa Giorgia, con la quale il sodalizio artistico va di pari passo con quello sentimentale (è anche autore e compositore di diversi brani musicali per la cantante, come Oronero, Io fra tanti, Infinite volte e Il mio giorno migliore). Dal 2016 giudice esterno advert Amici, dal 2022 è ufficialmente nel corpo insegnanti con la cattedra di ballo, ruolo che si appresta ora a svolgere per la nuova edizione con quella passione che lo contraddistingue (e che lo scorso anno ha avuto modo di mostrare nei balli calienti con la collega Cuccarini): “Advert Amici mi trovo bene – le sue parole – qui è veramente amici. Tante persone che conoscevo già dal passato, persone nuove, incontri, Maria meravigliosa: è un ambiente dove ti senti davvero a casa. Quest’anno sta andando veramente bene perché è una bella classe e i ragazzi rispondono bene, nelle difficoltà e nelle cose che invece poi li rendono più liberi di essere loro stessi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here