BigMama all’Onu, parlerà ai ragazzi nel Palazzo di Vetro

0
27
bigmama-all’onu,-parlera-ai-ragazzi-nel-palazzo-di-vetro

Sul palco dell’Ariston ha portato un messaggio di uguaglianza e amore universale, denunciando bullismo, physique shaming e ogni tipo di violenza e discriminazione, ora BigMama interverrà il 22 febbraio nell’Aula dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York per parlare a una platea internazionale di duemila ragazzi tra i 16 e i 17 anni, nel Palazzo di Vetro.

L’artista è stata scelta per intervenire, nell’ambito dell’iniziativa Gcmun talks’ dal titolo “Le arti per la cittadinanza globale” (The Arts for International Citizenship #AgcNewYork24), organizzato da United Community, organizzazione associata al Dipartimento di International Communications delle Nazioni Unite. Il tema del suo speech sarà ‘Crescere e guardare al futuro’ e, partendo dalla propria esperienza personale, l’artista porterà agli studenti un momento di riflessione.

205650228 b505e9c5 f99d 4534 8de0 a0fe0f831a80 - BigMama all’Onu, parlerà ai ragazzi nel Palazzo di Vetro

BigMama aveva fatto il suo debutto all’Ariston lo scorso anno nella serata dei duetti in coppia con Elodie con una cowl di American lady, brano del gruppo canadese The Guess Who del 1970 reso famoso dall’interpretazione di Lenny Kravitz del 1998. Ha partecipato all’ultimo Pageant di Sanremo con il brano La rabbia non ti basta: “La mia canzone parla un po’ di rivalsa” ha spiegato, “volevo mettere nel testo tante parole che per me sono importanti, è un messaggio che mando molto forte e per me è molto importante farlo su questo palco gigante”. Poi nella serata dei duetti ha cantato Girl Marmelade con La Niña e Sissi.

224219936 f386f3b1 c8e1 4d19 ba04 c441760a6c4b - BigMama all’Onu, parlerà ai ragazzi nel Palazzo di Vetro

Al secolo Marianna Mannone, avellinese classe 2000, BigMama è una dei nuovi volti della musica city italiana: una carriera iniziata su YouTube, poi singoli come An excessive amount of e Così leggera del 2021 e le collaborazioni con artisti tra i quali Myss Keta, infine nel 2022 l’album Subsequent large factor.

Icona della cosiddetta “physique positivity”, ha cominciato a fare musica anche per reagire dopo aver subito episodi di bullismo: “C’è bisogno di esempi veri, come Lizzo: è anche grazie advert artisti come lei se ho cominciato a vestirmi come mi pare, da piccola indossavo solo magliette ampie e lunghe fino alle ginocchia”. Bisessuale e icona Lgbtq+, “BigMama è lo scudo di Marianna”, come si legge sul suo profilo Spotify, “l’alter ego artistico che le permette di affrontare le sue fragilità e mostrare al mondo le sue cicatrici attraverso la musica”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here