Il Tre a Sanremo: “La mia ‘Fragili’ per uscire dal buio. Quel che conta sono le radici e gli amici di una vita”

0
24
il-tre-a-sanremo:-“la-mia-‘fragili’-per-uscire-dal-buio.-quel-che-conta-sono-le-radici-e-gli-amici-di-una-vita”

Si chiama Guido Luigi Senia, ha ventisei anni, viene da Roma, di professione fa il rapper con lo pseudonimo de Il Tre e sta per fare il suo grande debutto sul palco dell’Ariston al settantaquattresimo Competition di Sanremo. Con la sua Fragili: “La mia canzone parla di un periodo scuro che ho attraversato ultimamente” ha rivelato ai microfoni di RaiPlay, “ho deciso di scrivere una canzone e non pensavo che poi insomma sarebbe arrivata a Sanremo. È una canzone che non abbandona le radici dalle quali provengo, c’è anche il rap ma mi piace anche cantare quindi insomma ho unito un po’ i due generi ed è uscita Fragili”.

Salito agli onori della cronaca nel 2016 dopo aver vinto l’One Shot Sport, il contest musicale per rapper emergenti, nel 2018 con il singolo Bella Guido e il format di YouTube Actual Speak diventa noto nell’ambiente. E oggi, con 400mila follower su Instagram e oltre 770mila ascoltatori mensili su Spotify, Il Tre è una delle nuove voci del rap italiano.

“In realtà ho mantenuto i piedi per terra” precisa, “con l’unica differenza che faccio musica che arriva a tante persone, ed è quello che volevo da quando ero piccolo. Quindi sono contento e speriamo che duri per sempre. Sono ancora legato agli amici di prima, quegli stessi amici da quando eravamo ragazzini, ci ritroviamo ancora a tarda notte a giocare a pallone in piazza, siamo molto legati. Per me l’amicizia è questo: condividere un sacco di momenti insieme a prescindere dal periodo, da quello che succede e ritrovarsi poi a bere una cosa o a giocare a pallone insieme”.

E con Fragili è ora pronto a condividere una parte di sé non solo con gli amici di una vita ma anche con il grande pubblico: “Da bambino guardavo Sanremo, mi è capitato di guardarlo e di non immaginare di essere lì un giorno. Poi è successo e quindi niente, penso a godermi il momento perché è sicuramente una magnifica esperienza. Advert Amadeus vorrei dire grazie per avermi dato questa possibilità, ci vediamo sul palco. Sempre forza Inter, ‘nnamo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here