“Sandra Bullock restituisca l’Oscar”, l’attrice al centro della polemica per ‘The Blind Aspect’

0
153
“sandra-bullock-restituisca-l’oscar”,-l’attrice-al-centro-della-polemica-per-‘the-blind-aspect’

Sandra Bullock dovrà rinunciare all’Oscar vinto nel 2010 per The Blind Aspect? Lo chiedono i social dopo che l’ex giocatore di soccer Michael Oher ha dichiarato che il movie, ispirato alla sua storia personale, racconta in realtà una grande bugia, portando in tribunale quella che credeva la sua famiglia adottiva. 

090149006 4ea02ea0 999a 47bb a49b 2b5d01893410 - “Sandra Bullock restituisca l’Oscar”, l’attrice al centro della polemica per ‘The Blind Aspect’

Bullock adesso dovrebbe restituire l’Oscar: sa benissimo che non se lo merita”, attacca il cronista sportivo Brandon Walker, mentre i fan dell’attrice la difendono, come anche Quinton Aaron, che nel movie interpretava proprio Oher: “Ha semplicemente accettato un lavoro. Che colpa dovrebbe avere?”. 

The Blind Aspect, tratto a sua volta dall’omonimo libro del 2006 del giornalista Michael Lewis, racconta dell’infanzia problematica del giovane Michael, abbandonato dalla madre e vissuto tra strada e orfanotrofi, e della famiglia Tuohy, (di cui Sandra Bullock interpreta la madre Leigh Anne Tuhoy) che lo accolse come un figlio dandogli la possibilità di vivere una vita serena, riscattarsi e credere nelle proprie capacità, cosa che lo portò advert avere grande successo nello sport e a iniziare la sua carriera nel soccer.

Oher aveva sempre dichiarato di essere stato adottato dai Tuohy ma come si legge nei documenti che l’ex giocatore ha depositato in tribunale: “Michael Oher ha scoperto la bugia nel febbraio 2023, quando ha appreso che la ‘custodianship’ che aveva firmato e che credeva lo avrebbe reso un componente della famiglia Tuohy, in realtà non gli offriva alcuna relazione familiare”, ma dava alla famiglia la tutela legale del ragazzo. Secondo Oher, con questo espediente la famiglia si sarebbe arricchita alle sue spalle, guadagnando grandi somme dal libro e dal movie sulla sua storia senza che lui avesse accesso a quel denaro. Oher chiede l’emissione di un’ingiunzione che impedisca alla famiglia di usare il suo nome e la sua storia, oltre che un risarcimento che prevede il pagamento della sua quota di profitti e danni morali.

Dal canto suo, la famiglia ha negato le accuse: “È sconvolgente pensare che avremmo speculato sui nostri figli. Ma amiamo Michael ora che ha 37 anni come quando ne aveva 16”, hanno detto, assicurando di non aver guadagnato nulla dal movie se non la metà di quanto fu pagato l’autore del libro. E affermano “che quella somma fu distribuita in parti eguali tra tutti i membri della famiglia”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here