Centro sperimentale il decreto Giubileo spazza through i vertici

0
85
centro-sperimentale-il-decreto-giubileo-spazza-through-i-vertici

Non è bastata la mobilitazione degli studenti. Non è servita la lettera firmata da più di seicento personalità del cinema italiano (e Wim Wenders) tra cui Luca Guadagnino, Paolo Sorrentino, Alice Rohrwacher, Matteo Garrone, Marco Bellocchio. E a niente è valsa la dura presa di posizione di Nanni Moretti che ha parlato di «violenza e rozzezza con cui il governo ha fatto fuori la dirigenza del Centro sperimentale di cinematografia». La presidente Marta Donzelli e le consigliere Cristiana Capotondi e Guendalina Ponti si sono dimesse in attesa della firma del Presidente Mattarella e della pubblicazione del decreto legge Giubileo — approvato il 3 in Senato — che contiene l’emendamento leghista che porterà al rinnovo dei vertici del Centro entro 30 giorni. Spazzando through il progetto che Donzelli e il suo gruppo di lavoro stava portando avanti e che si sarebbe concluso nel marzo 2025.

223306014 1a345181 0e40 4736 965a 65d35c0dad0c - Centro sperimentale il decreto Giubileo spazza through i vertici
(agf)

Lasciando l’incarico Donzelli, Capotondi e Ponti hanno rivolto «un grande augurio agli allievi, che sono un’eccellenza del nostro Paese» e hanno ricordato Andrea Purgatori, scomparso il 19 luglio, «insostituibile compagno di viaggio, nell’affrontare una sfida nuova e complessa». Nel rimettere il mandato hanno consegnato al ministero della Cultura una dettagliata relazione identificando le principali questioni aperte.

In questo anno e mezzo di attività sono state various le questioni affrontate: dal processo di riorganizzazione interna all’introduzione di politiche che mirano all’inclusività e parità di genere. La Fondazione ha due settori principali: la Scuola nazionale di cinema e la Cineteca nazionale e su entrambi i fronti è stato progettato un grande rinnovamento. Sul fronte della Scuola l’ottica è stata l’alta formazione diffusa sul territorio con nuove sedi a L’Aquila (specializzata nel reportage audiovisivo e affidata alla giornalista Francesca Mannocchi), a Palermo (documentario e cinema del reale sotto la direzione della regista Costanza Quatriglio), l’apertura di nuovi poli a Venezia (per formare determine cinemtatografiche in ambito tecnologico), Cagliari (musica per movie), Matera (inexperienced hub) oltre a implementare le sedi di Torino (animazione) e Milano (pubblicità e cinema d’impresa).

L’investimento dei fondi del Pnrr (di cui la fondazione è assegnataria) ha permesso l’acquisto del cinema Fiamma a Roma, che finiti i lavori di ristrutturazione sarà un punto di riferimento fondamentale per programmare l’immenso patrimonio e archivio della Cineteca Nazionale. «Un luogo centrale per la valorizzazione della cultura cinematografica — diceva Donzelli qualche mese fa al Competition di Cannes — ci saranno due sale, unico cinema a Roma con tutti i formati di proiezione. Ci aspettiamo che i ragazzi della nostra scuola siano i primi partecipanti attivi della programmazione di questo cinema». Quei ragazzi che fino all’ultimo hanno lottato e adesso si ritrovano con l’incertezza per il futuro della loro scuola.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here