Francesca Fagnani: “Agli haters non rispondo. L’unica battaglia che valga la pena è per la parità economica tra uomo e donna”

0
98
francesca-fagnani:-“agli-haters-non-rispondo.-l’unica-battaglia-che-valga-la-pena-e-per-la-parita-economica-tra-uomo-e-donna”

Tornerà dal 26 settembre su Rai 2 con Belve, un primo ciclo di cinque puntate e poi un secondo ciclo a primavera, “il programma resterà lo stesso ma si arricchirà di alcuni snodi divertenti con il contributo di amici, ma sempre rimanendo una trasmissione di parola, senza servizi. Alleggerimento, o come dico io ‘prendere pausa da me’ non vuol dire perdere cattiveria”. Parola di Francesca Fagnani che al pageant Marateale, dove ha ricevuto un premio, ha fatto il punto sulla nuova stagione, e sul successo delle passate edizioni del programma che l’ha resa celebre tanto da essere inserita da Forbes tra le 100 donne di successo del 2023. “Se ogni anno ne devono mettere 100, le probabilità sono alte” scherza in un’intervista all’agenzia Ansa, ma quel che le da più soddisfazione, “orgoglio”, confessa, sono i ragazzini che chiedono i selfie, convinti che il suo programma sia su TikTok dove gli spezzoni delle celebri interviste “feroci” sono virali con 280 milioni di visualizzazioni.

114503683 c8fbcec6 d177 4883 a80d de3c8a9433a8 - Francesca Fagnani: “Agli haters non rispondo. L’unica battaglia che valga la pena è per la parità economica tra uomo e donna”

Quarantasei anni, la giornalista si gode il successo “arrivato dopo venti anni di gavetta e in cui la conduzione è stato l’ultimo passo del percorso professionale” e spiega che ormai per essere intervistati a Belve c’è la fila e che i no di un tempo sono una rarità. “Chi viene sa cosa aspettarsi, un’intervista serrata, aperta in cui emergono aspetti inediti e non è detto che se viene fuori un’ombra, una fragilità non sia utile all’intervistato. Tutti noi siamo imperfetti, incoerenti, con zone d’ombra e questo fa amare le persone che sono intervistate, piuttosto che mostrarsi come fenomeni e questo secondo me è stato recepito e perciò i no sono sempre meno rispetto a chi si propone”.

Come sceglie le belve? “Il faro per me resta sempre il titolo, non basta essere famosi, bisogna avere qualcosa fuori dal comune, che sia caratteriale o di vissuto, bisogna essere divisivi, non necessariamente amabili. Mi studio la storia delle persone e poi a pelle decido. Tutte gli ospiti che sono venuti, di spettacolo o meno, erano portatori di un essere non banale”.

La gaffe di Casalino con Fagnani: “Una poesia di Baudelaire? Madame Bovary”

gif;base64,R0lGODlhAQABAAAAACH5BAEKAAEALAAAAAABAAEAAAICTAEAOw== - Francesca Fagnani: “Agli haters non rispondo. L’unica battaglia che valga la pena è per la parità economica tra uomo e donna”

Fagnani rivendica anche la ribalta a persone di cronaca, magari le ex camorriste conosciute nelle sue inchieste sulla criminalità organizzata. A questo proposito cita la serie Mare fuori, “nel 2018 ho fatto un reportage dentro il carcere minorile di Nisida e vedere una serie così aderente alla realtà, per quanto ovviamente romanzata, è molto interessante. Sono storie comuni e capisci la banalità del male e la difficoltà di questi ragazzi nell’emanciparsi da un destino spesso segnato”.

Il giornalismo è “una passione totalizzante, un sogno avverato: non voglio fare altro. Poi ho altre passioni che sarebbero potute diventare un mestiere: per esempio l’enogastronomia, la nutrizione sono campi che amo e anche la farmaceutica”, risponde la giornalista che sta anche scrivendo un libro di cronaca per Rai Eri sulla criminalità organizzata. La popolarità se la gode “con molta gratitudine, però avendo tanta esperienza so anche che va a onde, non mi sono scoraggiata nei momenti bassi del mio percorso e non mi esalto per quelli alti. In questo senso sono anche contenta di aver avuto visibilità solo dopo tanti anni, così ho i piedi ben per terra”.

Gabriel Garko a ‘Belve’: “C’è stata una volta in cui ho pensato di farla finita”

gif;base64,R0lGODlhAQABAAAAACH5BAEKAAEALAAAAAABAAEAAAICTAEAOw== - Francesca Fagnani: “Agli haters non rispondo. L’unica battaglia che valga la pena è per la parità economica tra uomo e donna”

Con i social è in buoni rapporti, “ricevo molto affetto e con quei pochi odiatori che ci sono, cattivissimi, non mi ci ingarello, loro lo fanno per esistere, spero solo che io gli risponda e io questo regalo non lo faccio”. Su che cosa farebbe una battaglia? “Sulla parità economica tra uomo e donna. Accade nel giornalismo, a me è capitato a parità di ruolo essere pagata meno in quanto donna, ma accade ovunque, se vai nei centri anti-violenza la prima cosa che ti dicono e che capisci è che senza l’indipendenza economica e la parità economica la violenza non si interrompe”. Quel che le dispiace, invece, è quando il suo successo viene associato al fatto che da oltre dieci anni è la compagna di Enrico Mentana: “La trovo una cosa così sessista…”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here