Stasera in television Paolo Conte alla Scala, una notte di magia che arriva in television

0
17
stasera-in-television-paolo-conte-alla-scala,-una-notte-di-magia-che-arriva-in-television

Un evento unico, indimenticabile: 19 febbraio 2023, Paolo Conte si esibisce finalmente alla Scala. Qualche purista storse un po’ il naso, affermando che la Scala è la casa della lirica, ma Conte è probabilmente l’artista italiano che meglio si adatta a un luogo leggendario come quello. Il suo concerto period un omaggio a una carriera dove è difficile riuscire a contare tutti i gioielli messi insieme da semplice autore e da cantautore: con uno present diviso in due tempi, Conte ha proposto i suoi pezzi più amati e più significativi, da Aguaplano a Sotto le stelle del jazz fino a Dancing, Through con me, Gli impermeabili e Diavolo Rosso.

Quel concerto è diventato un docufilm in onda questa sera, 23 maggio, alle 21.20 su Rai 3, Paolo Conte alla Scala – Il maestro è nell’anima.

Paolo Conte, un concerto da sogno dentro la Reggia di Venaria

gif;base64,R0lGODlhAQABAAAAACH5BAEKAAEALAAAAAABAAEAAAICTAEAOw== - Stasera in television Paolo Conte alla Scala, una notte di magia che arriva in television

Per l’occasione, Conte period accompagnato da un ensemble orchestrale di undici musicisti: Nunzio Barbieri (Chitarra e Chitarra Elettrica), Lucio Caliendo (Oboe, Fagotto, Percussioni e Tastiere), Claudio Chiara (Sax Contralto, Sax Tenore, Sax Baritono, Flauto, Fisarmonica, Basso e Tastiere), Daniele Dall’Omo (Chitarre), Daniele Di Gregorio (Batteria, Percussioni, Marimba e Piano) Luca Enipeo (Chitarre) Francesca Gosio (Violoncello), Massimo Pitzianti (Fisarmonica, Bandoneon, Clarinetto, Sax Baritono, Piano e Tastiere), Piergiorgio Rosso (Violino), Jino Touche (Contrabbasso, Basso elettrico e Chitarra Elettrica) e Luca Velotti (Sax Soprano, Sax Tenore, Sax Contralto, Sax Baritono e Clarinetto).

164910714 78b585c9 f4c1 4e01 8dac 5ccc84313d65 - Stasera in television Paolo Conte alla Scala, una notte di magia che arriva in television
(fotogramma)

Questo evento eccezionale è stata l’occasione per osservare il Maestro dietro le quinte e durante le show, e interrogarlo nel suo rapporto con la musica e con i musicisti, con le parole e le sue passioni. La voce del Paolo Conte di oggi si mescola poi con quella dell’artista giovane, attraverso immagini di repertorio dell’archivio di famiglia: un docufilm fortemente voluto da Caterina Caselli, prodotto da Sugar Play e diretto da Giorgio Testi che unisce musica, ricordi e confidenze per andare dritto al cuore artistico di un musicista che – al termine della sua tournée negli Stati Uniti nel 2001 – la critica americana definì “traghettatore estetico dal Novecento al futuro”.

“Paolo Conte alla Scala – dichiara Caterina Caselli – è la realizzazione di un sogno che viene da molto lontano, è un’concept fissa che mi ha perseguitato per anni, praticamente da quando ho cominciato a collaborare con lui per divulgare e valorizzare la sua arte a livello internazionale. Qualche tempo fa, assistendo a un suo concerto, si è risvegliata in me prepotente quell’concept da sempre cullata che un artista di quella grandezza potesse esibirsi nel più importante teatro musicale italiano: La Scala.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here