Snoop Dogg vende i suoi memorabilia (da vivo): al by way of l’asta tra New York e Los Angeles

0
19
snoop-dogg-vende-i-suoi-memorabilia-(da-vivo):-al-by-way-of-l’asta-tra-new-york-e-los-angeles

Di solito, per mettere in vendita o all’asta i memorabilia di artisti famosi se ne attende il trapasso. Ma questa non è una cosa da rapper. Snoop Dogg ha deciso di anticipare i tempi e visto che i cimeli musicali rappresentano ormai un enterprise in piena espansione, ha deciso di aprire i propri cassetti per tutti gli interessati. Del resto, la chitarra di John Lennon è stata venduta per 2,5 milioni di dollari e il testo di Like a Rolling Stone di Bob Dylan per 2 milioni.

104358533 07d36e09 ce79 4a30 8a4e 91896f3a3bb0 - Snoop Dogg vende i suoi memorabilia (da vivo): al by way of l’asta tra New York e Los Angeles
(afp)

Snoop Dogg ha deciso di collaborare con The Realest, una casa d’aste fondata da Scott “DJ Skee” Keeney. Insieme metteranno all’asta oggetti come foto, sceneggiature autografate, dischi di platino e una collana Dying Row Information contenuta in una scatola autografata da Snoop: “Non avevo thought che molti di questi oggetti potessero valere qualcosa”, ha commentato Snoop parlando del progetto “The Shiznit”. La prima fase dell’asta inizia oggi e termina il 2 giugno, con eventi ed esposizioni a New York e Los Angeles. Una mossa significativa, quella di Snoop Dogg, perché permette agli artisti di controllare un processo dal quale sono stati tradizionalmente esclusi. Con lo streaming che riduce i profitti dalle registrazioni, queste aste rappresentano una nuova opportunità di guadagno.

Scott “DJ Skee” Keeney sostiene che i cimeli musicali sono stati sottorappresentati rispetto a quelli sportivi e che molti oggetti sono falsi o rubati. The Realest utilizza un sistema di autenticazione a due livelli, simile a quello della Main League Baseball, per certificare i cimeli. La società ha recentemente raccolto 4,6 milioni di dollari in finanziamenti e si è divisa in due entità: TRuEST, che gestisce la sicurezza, e Realest, che si occupa di promozione e vendite. “Snoop è decisamente un appassionato sostenitore di questo nuovo flusso di entrate per gli artisti”, afferma Keeney, “vendendo oggetti effimeri documentati e autenticati”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here