Chi è Nemo, la popstar della Svizzera icona della comunità Lgbtq+. Sul palco con la bandiera del genere non binario

0
13
chi-e-nemo,-la-popstar-della-svizzera-icona-della-comunita-lgbtq+.-sul-palco-con-la-bandiera-del-genere-non-binario

Quando Nemo Mettler, il vincitore dell’edizione 2024 dell’Eurovision Tune Contest, ha deciso di voler inseguire il suo sogno ha lascito la Svizzera, il cantone di Berna dove è nato venticinque anni fa per stabilirsi a Berlino, capitale europea della musica elettronica e di tutti coloro che in Europa si sentono liberi e cittadini del mondo.

Il suo brano in gara all’Eurovision Tune Contest 2024, The code, è orecchiabile e già popolare, i suoi look sgargianti hanno attirato l’attenzione e la sua esibizione saltellante su una pedana rotante alla Malmo Area di Malmo ha conquistato tutti.

Al secolo Nemo Mettler, ventiquattro anni, svizzero doc nato a Bienne (cantone di Berna), polistrumentista (violino, pianoforte e batteria nel suo portfolio) dal capello riccio ribelle, professione popstar, la sua comparsa nel mondo della discografia va fatta risalire al 2015 quando, da indipendente, ha pubblicato il suo EP di debutto, Clownfisch. Un nome scelto non a caso quello di “pesce pagliaccio”, l’animale reso famoso proprio da quel Nemo dei cartoni animati, e che da subito ha fatto capire come ci fosse un nuovo personaggio colorato nel mondo della musica.

Premiato nel 2018 come miglior artista svizzero, miglior brano svizzero, miglior esibizione dwell e miglior artista solista maschile ai Swiss Music Awards, la fortuna di Nemo è stata un crescendo: sempre continuando a pubblicare materiale, nel 2021 ha preso parte alla versione elvetica de Il cantante mascherato (per l’occasione indossando i panni di un Panda), per arrivare infine a quell’Eurovision che, ora, potrebbe farlo diventare una Celebrity con la “s” maiuscola. Anzi, far diventare loro una Celebrity con la “s” maiuscola. Già, perché sebbene nella lingua italiana non sia ancora del tutto chiaro e diffuso l’utilizzo del pronome “loro” per indicare una persona non binaria, Nemo preferisce essere appellato con il neutro they/them.

004629697 8aa56044 d6ec 40f2 8fc9 ed6f613c26b7 - Chi è Nemo, la popstar della Svizzera icona della comunità Lgbtq+. Sul palco con la bandiera del genere non binario
(agf)

Un tema, quello delle identità non binarie, trattato proprio nel brano The code dove, in un rap incalzante, Nemo parla di “un viaggio che ho iniziato con la consapevolezza che non sono né uomo, né donna – come dichiarato alle pagine del SontagsZeitung – trovare me stesso è stato un processo lungo e spesso difficile per me. Ma non c’è nulla di meglio della libertà che ho guadagnato rendendomi conto di essere non binario”. “Who decides what’s flawed, what’s proper? / The whole lot is stability, all the pieces’s mild” canta infatti in alcune strofe della sua The code, “Chi determine cosa è giusto e cosa è sbagliato? / Tutto è equilibrio, tutto è luce”. E allora ecco che Nemo “went to Hell and again / to seek out myself on observe”, è stato (sono stati) all’Inferno e ritorno per trovare sé stesso (loro stessi) sulla giusta strada. Strada che, con il successo riscontrato all’Eurovision, pare proprio che sarà lunga e meravigliosa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here