Sandokan, al by way of le riprese della serie television: Can Yaman come Kabir Bedi, e Alessandro Preziosi è Yanez

0
26
sandokan,-al-by-way-of-le-riprese-della-serie-television:-can-yaman-come-kabir-bedi,-e-alessandro-preziosi-e-yanez

“È di statura alta, slanciata, dalla muscolatura potente, dai lineamenti energici, maschi, fieri e d’una bellezza strana. Lunghi capelli gli cadono sugli omeri: una barba nerissima gli incornicia il volto leggermente abbronzato. Ha la fronte ampia, ombreggiata da due stupende sopracciglia dall’ardita arcata, una bocca piccola che mostra dei denti acuminati come quelli delle fiere e scintillanti come perle; due occhi nerissimi, d’un fulgore che affascina, che brucia, che fa chinare qualsiasi altro sguardo”: così Emilio Salgari descriveva per la prima volta la sua creatura più famosa, il mitico Sandokan, il nobile pirata nemico dei colonialisti. Che, ora, vivrà una nuova vita: partiranno infatti a Formello (non lontano da Roma) lunedì 22 aprile le riprese di Sandokan, nuova serie evento internazionale prodotta da Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, che proporrà un inedito adattamento della storica saga di Salgari.

Diretta da Jan Maria Michelini (Diavoli, Blanca, Doc – Nelle tue mani) e Nicola Abbatangelo (The land of goals), Sandokan andrà in onda prossimamente su Rai 1. Non di certo il primo adattamento cinematografico del personaggio, portato alla gloria dall’indimenticata interpretazione di Kabir Bedi degli anni Settanta con l’omonima miniserie televisiva diretta da Sergio Sollima: trasmessa per sei episodi da gennaio a febbraio del 1976, l’epopea sulla Tigre della Malesia (tratta dai romanzi Le tigri di Mompracem e I pirati della Malesia) è advert oggi uno degli sceneggiati più famosi della television italiana, un vero e proprio colossal che ha contribuito a dare l’avvio alle coproduzioni tra Italia ed estero, oltre advert aver reso l’attore indiano una vera e propria celebrity.

112824897 cd6ec083 8a3f 4ace 8de3 0f582c1c9bd6 - Sandokan, al by way of le riprese della serie television: Can Yaman come Kabir Bedi, e Alessandro Preziosi è Yanez

Can Yaman, il nuovo Sandokan

Oggi, a distanza di quasi cinquant’anni da Bedi, il testimone passerà al collega turco Can Yaman: volto noto grazie alle sue interpretazioni di Ferit Aslan in Bittersweet – Ingredienti d’amore e di Can Divit in DayDreamer – Le ali del sogno, telenovela turche andate in onda su Canale 5, e di Francesco Demir nell’italiana Viola come il mare al fianco di Francesca Chillemi. E se nel secolo scorso erano gli occhi di Bedi a fare stragi di cuori, con quel suo “fulgore che affascina e che brucia”, saranno ora quelli altrettanto penetranti di Yaman, che in Italia gode già di parecchi fan.

Yaman che, sui social, ha già dimostrato di essere pronto per il ruolo: “Ho perso dieci chili in dieci giorni – ha scritto l’attore trentaquattrenne sul suo profilo Instagram a corredo di una foto con addominali in bella vista – dopo qualche giorno libero e il Natale ho deciso di tornare nel mio Paese e trascorrere un po’ di tempo con le persone a me care. Sapevo che, al mio ritorno a Roma, mi aspettava un duro allenamento, un radicale cambio di abitudini per prepararmi al prossimo personaggio: Sandokan. Alla effective è questo che fanno gli attori: si trasformano con dedizione quando è necessario e si plasmano di volta in volta per immedesimarsi nel nuovo ruolo. Insomma, continuerò, continueremo advert andare a gonfie vele finché non raggiungerò il Sandokan perfetto che ci siamo prefissati”.

082053678 df95a7e6 01d6 4026 8758 09059273e655 - Sandokan, al by way of le riprese della serie television: Can Yaman come Kabir Bedi, e Alessandro Preziosi è Yanez

Advert affiancare Yaman l’esordiente Alanah Bloor nel ruolo della Perla di Labuan (Girl Marianna Guillonk), Ed Westwick (il Chuck di Gossip lady) nei panni dell’antagonista Lord Brooke e Alessandro Preziosi, che darà vita al fedelissimo corsaro portoghese Yanez de Gomera.

Il solid

Cinquantuno anni appena compiuti, per Preziosi Sandokan sarà la conferma di come gli sceneggiati in costume siano il suo pane quotidiano: da Elisa di Rivombrosa a Sant’Agostino, passando per Edda Ciano e il comunista e I Medici, sono molti i prodotti “storici” che hanno visto protagonista l’attore, diviso tra teatro, piccolo e grande schermo. La masseria delle allodole dei Fratelli Traviani, Mine Vaganti di Ferzan Ozpetek, Maschi contro femmine di Fausto Brizzi, Nessuno come noi di Volfango De Biasi, e La cura di Francesco Patierno alcuni titoli del suo curriculum cinematografico, mentre Amleto, Agamennone, Re Lear, Cyrano di Bergerac e Romeo e Giulietta alcuni suoi titoli teatrali: tutte opere che, unite al successo riscontato con le serie television di cui si è reso protagonista (La vita bugiarda degli adulti e Black out – Vite sospese i suoi ultimi due progetti), hanno fatto sì che Sandokan si aggiungesse alla già lunga lista, con il mitico Yanez de Gomera come suo nuovo alter ego. Avventura, azione, eroismo e una rivoluzionaria storia d’amore gli ingredienti del nuovo Sandokan, ambientato nel Bormeo di metà 1800. In “un paradiso abitato dalle tribù native dei Dayak……” dove “Sandokan “combatte per sé stesso e per la sua ciurma di pirati, tra cui il fidato Yanez. Ma la sua vita cambia quando, durante un’incursione, incontra Marianna, la bella figlia del console britannico di Labuan. E ora “la tigre è pronta, e anche il cavallo – giura Yaman mostrandosi mentre sale sul destriero – faremo un bellissimo lavoro, probabilmente un capolavoro”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here