Netflix sconfitta, la causa per la serie ‘Inventing Anna’ può proseguire

0
16
netflix-sconfitta,-la-causa-per-la-serie-‘inventing-anna’-puo-proseguire

Sono passati due anni dall’uscita della serie television dedicata all’affascinante truffatrice Anna Sorokin e la causa prosegue con Netflix che ha perso la sua prima battaglia nella causa per diffamazione per Inventing Anna. Un tribunale ha dato il by way of libera a proseguire alla querelante, Rachel DeLoache Williams, ex giornalista di Vainness Truthful nonché ex amica della falsa ereditiera sulla quale è basata la miniserie prodotta da Shonda Rhimes con protagonista Julia Garner.

103148483 a49ad5d1 4212 4ea1 9269 b6fa3cbe59de - Netflix sconfitta, la causa per la serie ‘Inventing Anna’ può proseguire

Sorokin, il cui vero nome è Anna Delvey, ha truffato i vip della scena sociale di New York fino a quando, smascherata, non è finita in prigione negli Stati Uniti, poi è stata estradata in Germania. Nell’azione legale Williams obietta le parti in cui viene descritta come ‘una giovane avida, snob, sleale, disonesta, codarda, manipolatrice e opportunista’.

113610392 7dcbef7e 7cdd 45c2 b4fe 34f5645f023a - Netflix sconfitta, la causa per la serie ‘Inventing Anna’ può proseguire

Nel 2018 la stessa Williams fu autrice di un articolo, e in seguito un libro, in cui parlava del suo legame con l’ex amica e del perché ha preso poi le distanze. “Williams non cessò di essere amica di Anna perché Anna avevano avuto problemi nel viaggio in Marocco, ma perché poi, al ritorno a New York, capì che period una bugiarda e una truffatrice”, affermarono i legali della donna quando fu presentata la causa. Netflix sostiene invece che la versione televisiva di quello che fu definito un caso di alto profilo è protetta dal Primo Emendamento della Costituzione Usa, ossia quella sulla libertà di espressione e secondo un legale della piattaforma, “occorre un po’ di tolleranza nell’adattamento perché l’espressione artistica possa essere efficace”. Anna Sorokin ha guadagnato 320 mila dollari dalla vendita a Netflix dei diritti della sua storia e attualmente si trova agli arresti domiciliari a New York.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here