Morto Ventura Pons, regista catalano icona del cinema Lgbtq+

0
21
morto-ventura-pons,-regista-catalano-icona-del-cinema-lgbtq+

Il regista catalano Ventura Pons, autore di Il perché delle cose (1995) e Animali feriti (2005), è morto a Barcellona all’età di 78 anni. L’annuncio della scomparsa è stato dato sui social dall’Accademia del Cinema, di cui period membro ed è stato anche vicepresidente. È stato candidato al Premio Goya per la migliore sceneggiatura non originale in quattro occasioni: per El perquè de tot plegat, Actrius, Anita no perd el tren e Barcelona (un mapa).

Noto per aver affrontato tematiche Lgtbi+ spagnolo, in Italia Ventura Pons ha partecipato nel 2007 con Barcellona, una mapa al Competition internazionale del movie di Roma e al GLBT FilmFestival.

Uno dei pionieri del cinema homosexual, Pons ha all’attivo la realizzazione di una trentina di lungometraggi, alcuni dei quali anche distribuiti in Italia, tra cui Amic/Amat (1999), Il voltapagina (2002), Barcelona, un mapa (2007). Pons ha presentato quasi tutta la sua filmografia al Torino Gtlb Movie Competition, che nel 2009 gli ha consegnato il Premio Speciale.

Pons ha iniziato la sua carriera professionale in teatro, diventando ben presto uno dei registi più prestigiosi del palcoscenico catalano per oltre un decennio. Nel 1977 passa al grande schermo con Ocaña, retrato intermitente, che viene selezionato per partecipare al Competition di Cannes del 1978. In questo documentario ritrae la Barcellona post-franchista attraverso gli occhi del pittore e travestito andaluso José Pérez Ocaña, in un contesto in cui period ancora in vigore la ‘legge di pericolo sociale’, utilizzata per reprimere gli omosessuali.

È stato insignito del premio Ondas con menzione speciale della giuria nel 1999 e del premio Gaudí d’Honor nel 2015.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here