Michele Guardì, fuorionda con insulti sessisti e omofobi anche contro Magalli. Il conduttore: “Ma lui scherza”

0
39
michele-guardi,-fuorionda-con-insulti-sessisti-e-omofobi-anche-contro-magalli.-il-conduttore:-“ma-lui-scherza”

“Levami sto fro**o di me**a da torno”. Oppure “Signorina, sorrida, finga di esistere”. Sono solo alcune dei fuorionda omofobi, misogini e sessisti del regista de I fatti vostri, Michele Guardì, storico autore Rai che ha firmato molti tra i più importanti programmi di viale Mazzini. E nel florilegio che Le iene hanno mandato in onda nel corso della puntata di martedì 28 novembre, su Italia 1, Guardì non risparmia nessuno fra quelli presenti nello studio del programma di Rai 2, in onda in fascia mattutina, prima del Tg2 delle 13, compreso il conduttore del programma, Giancarlo Magalli.

183722191 768ccc1d 00b6 4f4f bc0f 89d766334b8e - Michele Guardì, fuorionda con insulti sessisti e omofobi anche contro Magalli. Il conduttore: “Ma lui scherza”

Insulti per tutti

“Magalli cane! Cane malato! Toglilo di lì”, cube il regista a Magalli, definito anche “maiale”. Poi gli insulti sessisti a una donna: “Che ca**o mastica la put**na?” e ancora: “Mi è passata la tr**a dietro?”. Il regista ha replicato a Filippo Roma: “Sono cose vecchie, è una cosa pretestuosa”.

Magalli si scusa con i calabresi: “Non li volevo offendere, ma loro permalosi”

gif;base64,R0lGODlhAQABAAAAACH5BAEKAAEALAAAAAABAAEAAAICTAEAOw== - Michele Guardì, fuorionda con insulti sessisti e omofobi anche contro Magalli. Il conduttore: “Ma lui scherza”

La reproduction

“Io sessista? È una sciocchezza. Qui si cerca di alzare il tiro attaccando personaggi che possono garantire ascolti. In 5.600 puntate si possono dire cose inopportune nella certezza di non essere ascoltati e me ne scuso”, ha replicato il regista. Ma c’è dell’altro.

Le altre accuse

Le iene hanno anche intervistato un collaboratore rimasto anonimo e che ha parlato di un pessimo clima sul posto di lavoro, che avrebbe voluto denunciare. Un proposito poi non attuato. La Rai prende tempo: “Valuteremo se dovessero esserci novità rispetto a fatti che datano ben 12 anni fa”.

143040041 dfecc05b 685f 41ed 984a 72e9686e19f2 - Michele Guardì, fuorionda con insulti sessisti e omofobi anche contro Magalli. Il conduttore: “Ma lui scherza”

L’autista

Il programma Mediaset ha anche mostrato l’autista di Guardì, o almeno colui che le Iene mostrano guidare l’auto del regista e che dicono essere un collaboratore del programma, pagato dalla television di Stato: non avrebbe altri incarichi se non fare l’autista. Ma Guardì nega tutto, sia che si tratti di un suo collaboratore personale, che le accuse di sessismo, bollate come una sciocchezza.

Gaffe in diretta per Magalli: chiama a casa la signora Anna ma è morta

gif;base64,R0lGODlhAQABAAAAACH5BAEKAAEALAAAAAABAAEAAAICTAEAOw== - Michele Guardì, fuorionda con insulti sessisti e omofobi anche contro Magalli. Il conduttore: “Ma lui scherza”

Magalli: “Scherza”

“Dovrei essere l’unico a sentirmi offeso – reproduction sereno Magalli a La stampa – ma io conosco Michele e so come scherza con i cameramen. All’epoca del fuorionda fecero un compact disc. Certo è esecrabile, certe parole non andrebbero dette mai. Michele lavora da 40 anni in Rai, ha fatto anche quattro programmi insieme e tutti di successo. Ha molto guadagnato, molto lavorato ed è anche molto invidiato”.

092727347 1562a1dc bd85 4c8d 83df 667169116caf - Michele Guardì, fuorionda con insulti sessisti e omofobi anche contro Magalli. Il conduttore: “Ma lui scherza”

Il conduttore sottolinea che Guardì “adora scherzare con chi lavora e in cuffia si permette qualche libertà. L’anno scorso abbiamo avuto una lite perché, presentando il suo libro e parlando de I fatti vostri, elencava tutti i conduttori passati tranne me. Notai che nominava solo i colleghi morti. Gli chiesi di continuare così. Ci mandiamo al diavolo e oramai neppure ci chiediamo più scusa”.

Le iene – ha concluso Magalli – ci hanno ripreso mentre per gioco ci chiamavamo ‘cane’. Ma di solito ci diamo del ‘porcone’. Ma solo perché ci piace mangiare, sempre in lotta con la dieta. Mi dispiace comunque per insulti che nessuno dovrebbe sentire”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here