I Tre Moschettieri diventano un’opera pop. Ma il motto è sempre uguale: “Tutti per uno, uno per tutti!”

0
28
i-tre-moschettieri-diventano-un’opera-pop.-ma-il-motto-e-sempre-uguale:-“tutti-per-uno,-uno-per-tutti!”

L’amicizia, l’onore, il potere e l’ambizione. Temi di una storia senza tempo che non smette di appassionare. Con un motto: “Tutti per uno, uno per tutti!”. I personaggi più famosi di Dumas, riprendono vita in una nuova versione musicale de I Tre Moschettieri – Opera Pop prodotta da Stefano Francioni e dal Teatro Stabile d’Abruzzo (di cui è Direttore Artistico Giorgio Pasotti) che arriverà nei più importanti teatri italiani.

Uno spettacolo dove musica, prosa e danza si intrecciano in un racconto coinvolgente ed emozionante con Giò Di Tonno, Vittorio Matteucci, Graziano Galatone nei panni di Athos, Porthos e Aramis e il tocco innovativo di Giuliano Peparini a cui è affidata la direzione artistica e la regia. Le coreografie sono firmate da Veronica Peparini e Andreas Muller, musiche di Giò Di Tonno e testi di Alessandro Di Zio.

130605616 7c84aabc 0572 4b7a 88a8 8d5d1388431c - I Tre Moschettieri diventano un’opera pop. Ma il motto è sempre uguale: “Tutti per uno, uno per tutti!”

Il trionfo dell’amicizia dunque, ma anche il trionfo del potere e dell’ambizione in questa storia senza tempo dove “buoni” e “cattivi” combattono una lotta quasi archetipica mettendo al centro valori quali onore, fedeltà, onestà troppo spesso messi in crisi dal mito dell’uomo contemporaneo e che i tre moschettieri portano fieri sulla punta delle loro spade.

Spade che naturalmente non disdegnano di usare: percheé per l’onestà e per l’amicizia si può e si deve combattere. E per l’amore, motore di ogni azione che qui si sublima nell’incontro tra D’Artagnan e Costanza: Un amore che verraa spezzato dalla sete di vendetta dell’altra protagonista femminile: la perfida Milady. Il finale, come tutti i finali, riportera? l’equilibrio e Milady sara? giustiziata. Ma lo spettatore andra? by way of con l’amaro in bocca. Chissa?, forse perche? i “buoni” sono a un tratto diventati “cattivi”? Oppure perche? e? proprio la morte l’unico mistero che neanche l’uomo contemporaneo e? riuscito a svelare. L’unico mistero che ci rende microscopici e vulnerabili.

I biglietti per le date di anteprima del tour al Teatro Nazionale di Milano (dal 16 febbraio 2025) e al Teatro Brancaccio di Roma (dal 5 marzo 2025) sono disponibili in prevendita su TicketOne

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here