Podcast in calo, Spotify cambia strategia: creare grandi serie

0
123
podcast-in-calo,-spotify-cambia-strategia:-creare-grandi-serie

New York – I podcast non sono più una miniera d’oro come nel 2018. Tutti fanno podcast, e gli inserzionisti non si eccitano più. O, almeno, non abbastanza da ripagare gli investimenti. Spotify è il paradigma di tutto il fenomeno: la company ha speso più di un miliardo di dollari per costruire un impero, ha strappato accordi milionari con Kim Kardashian, gli Obama, il principe Harry e Meghan Markle, ha speso 286 milioni di dollari per realizzare due studi di registrazione e speso in media 250 mila dollari a puntata. Ma la scommessa, come sottolinea il Wall Road Journal, non ha pagato.

C’è sempre un “ma” nel capitalismo americano: le cose non vanno sempre bene, dicono i guru del sistema, “ma” bisogna invertire la rotta. E: abbiamo perso molti soldi, “ma” adesso dobbiamo recuperarli. Ed è ciò che Spotify si è messa in testa di fare e di farlo in fretta. I 527 milioni di euro persi nei primi sei mesi di giugno, a fronte di ricavi per 6,2 miliardi, devono diventare un punto di svolta. Negli Stati Uniti il settore dei podcast dovrebbe raggiungere quest’anno ricavi per 2,3 miliardi di dollari, con un incremento del 25 per cento rispetto al 2022, ma è una fetta molto piccola della torta da duecento miliardi del mercato pubblicitario digitale. L’investimento finora, dicono gli analisti, “ha portato fuori strada”.

174924832 0a2534fa 08d6 46ab a44a cbcb1edfc86c - Podcast in calo, Spotify cambia strategia: creare grandi serie

Tecnicamente i fruitori dei podcast stanno aumentando, ma Spotify ha scoperto che investire milioni di dollari in un podcast non porta through ascoltatori da altri programmi e non sembra convincere gli inserzionisti. La compagnia ha più di cento milioni di ascoltatori sulla sua piattaforma, dieci volte la cifra del 2019, ma non basta. Le previsioni, dicono, è di cominciare a rendere il settore remunerativo nel 2024. Ma sarà così? Intanto a giugno hanno mandato a casa duecento dipendenti, pari al due per cento della forza lavoro. Spotify ha deciso di cambiare strategia anche nello present e di offrire un nuovo prodotto: creare grandi serie podcast, limitare gli investimenti a contenuti esclusivi e condividere con i huge dell’intrattenimento i rischi d’impresa.

Con il conduttore televisivo Trevor Noah è stato firmato un accordo da quattro milioni di dollari ma che permette alla compagnia di condividere con lui i ricavi pubblicitari legati allo present. L’obiettivo di Spotify è diventare il gigante mondiale di tutte le produzioni audio, dai libri allo sport e le information e raggiungere i cento miliardi di ricavi entro il 2030. L’anno scorso sono stati pari a 11,7 miliardi. “Siamo concentrati – ha spiegato al Wsj Sahar Elhabashi, capo del settore affari della compagnia – a produrre spettacoli che attirino un pubblico fedele e attragga anche gli inserzionisti. Ora abbiamo un portfolio in grado di riuscirci”.

174923369 777a82d8 1b4d 435e 802c 14145c9cbaea - Podcast in calo, Spotify cambia strategia: creare grandi serie

Spotify ha più di cinque milioni tra fiction, non fiction e programmi condotti da personaggi star, da Stolen a Heavyweight, che racconta i rimorsi delle persone, a Serial Killers, che non ha bisogno di spiegazioni. Adesso si punta a creare serie audio, audiodrammi e docuaudio, il sogno è portare su podcast qualcosa di simile a Home of Playing cards, la serie cult sugli intrighi di Washington in cui recitava Kevin Spacey. Grandi serie, grandi nomi, grandi storie, per fare piazza pulita del mercato, diventare la Netflix dell’audio, legare a sé gli abbonati e attrarre gli inserzionisti. Anzi, se possibile, Spotify punta advert aumentare i ricavi soprattutto dagli inserzionisti. I supervisor dicono che bisogna seguire il modello YouTube, vendendo pubblicità con i contenuti dei ‘creator’ e poi dividerne i ricavi. Qualcosa andrà fatto e presto: gli investitori hanno creduto nel futuro dell’intrattenimento audio, ma ora vogliono vedere con i propri occhi i dollari sul tavolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here