Tim Burton, aspettando Beetlejuice e il nuovo ‘Mercoledì’ i dieci movie da rivedere

0
174
tim-burton,-aspettando-beetlejuice-e-il-nuovo-‘mercoledi’-i-dieci-movie-da-rivedere

Dopo un momento di grande sconforto dovuto alla delusione per Dumbo (“ho capito che l’elefantino ero io” aveva raccontato a Roma) Tim Burton sta vivendo una fase d’oro: è scale back dal successo globale della serie con Jenna Ortega Mercoledì che, sciopero di autori e attori permettendo, avrà presto una seconda stagione, ha quasi concluso la produzione di Beetlejuice 2, il sequel del suo movie cult che ritrova quasi tutto il solid da Michael Keaton a Winona Ryder, e infine ha trovato un nuovo amore, quello di Monica Bellucci.

094910074 c471ea51 3656 43f5 8cd6 1250e34dbb14 - Tim Burton, aspettando Beetlejuice e il nuovo ‘Mercoledì’ i dieci movie da rivedere

Tim Burton compie 65 anni (è nato a Burbank, in California, il 25 agosto 1958) e aspettando le nuove produzioni il migliore modo per festeggiarlo è rivedere il suo straordinario cinema. Ecco dieci movie e dove trovarli.

202156956 3428e7a9 f5d0 439a 89cf 1a7011b2753f - Tim Burton, aspettando Beetlejuice e il nuovo ‘Mercoledì’ i dieci movie da rivedere

1. Beetlejuice – spiritello porcello (1988)

“Io sono chi sono” cube Burton e non c’è niente di più vero per un autore che ha uno stile inconfondibile. E che se non ama l’etichetta “darkish” è chiaramente attratto da una serie di temi considerati oscuri che ritroviamo in gran parte anche qui. Il mondo gotico di Beetlejuice – Spiritello porcello è da recuperare o rivedere su Sky e Now. Un esorcista al contrario viene convocato da una coppia di sposi morti in un incidente stradale (Geena Davis e Alec Baldwin) per liberare la loro casa dai nuovi proprietari, una famiglia eccentrica di New York. Winona Ryder nel movie del 1988 period Lydia, la figlia goth dei nuovi inquilini, l’unica che period in grado di percepirli e voleva aiutarli.

2. Edward mani di forbice (1990)

Edward, un ragazzo dalle mani di forbice creato da uno scienziato morto prima di poterlo terminare, è l'”outcast” per eccellenza della filmografia burtoniana. Quel movie, oltre a segnare l’inizio del proficuo rapporto con Johnny Depp, è anche uno dei movie che il regista sente più personale. “Insieme a Ed Wooden è il personaggio che ho sempre sentito più vicino”. Una storia d’amore impossibile e perfetta come una nevicata. Su Disney+.

3. Sleepy Hole (1999)

Il mistero di Sleepy Hole, liberamente ispirato al racconto ottocentesco La leggenda di Sleepy Hole di Washington Irvin, con protagonista ancora Johnny Depp, racconta le indagini dell’agente di polizia Ichabod Crane (Depp) inviato da New York Metropolis per indagare su una serie di omicidi nel villaggio di Sleepy Hole da parte di un misterioso cavaliere senza testa. Su Disney+.

Sul set di ‘Miss Peregrine’, il nuovo mondo firmato Tim Burton

gif;base64,R0lGODlhAQABAAAAACH5BAEKAAEALAAAAAABAAEAAAICTAEAOw== - Tim Burton, aspettando Beetlejuice e il nuovo ‘Mercoledì’ i dieci movie da rivedere

4. Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali (2016)

Quando il giovane protagonista Jacob arriva nella casa per bambini speciali incontrerà personaggi dai poteri e con caratteristiche peculiari quanto quelle degli studenti di Nevermore e soprattutto la specialissima Miss Peregrine di Eva Inexperienced. Per quel che riguarda poi la vicinanza di Burton ai ragazzi, lo stesso regista parlando di quel movie aveva detto: “Ricordo molto bene le sensazioni che avevo da ragazzo. Rimugino ancora su quelle cose perché quando provi quel tipo di sentimenti rimangono con te per sempre”. È innegabile che per molti aspetti il regista, che nella vita pratica è dovuto crescere in fretta andando all’età di 12 anni a vivere dalla nonna e a 16 fuori casa, è rimasto un ragazzino speciale dentro di sé nonostante i suoi 65 anni. Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali su Disney+.

5. La sposa cadavere (2005)

Il mondo in cease movement de La sposa cadavere (Netflix), il movie d’animazione che racconta di Emily una giovane sposa uccisa da un cacciatore di dote senza scrupoli, fa capolino anche nella serie Mercoledì. Questo legame tra il mondo dei vivi e quello dei morti è un grande classico del cinema di Burton che in più di un’occasione ha raccontato i tentativi di comunicare con i propri cari estinti a partire dal cortometraggio Vincent (del 1982). 

Tim Burton: “Quelli strani i più sensibili e creativi, i miei veri amici”.

gif;base64,R0lGODlhAQABAAAAACH5BAEKAAEALAAAAAABAAEAAAICTAEAOw== - Tim Burton, aspettando Beetlejuice e il nuovo ‘Mercoledì’ i dieci movie da rivedere

6. Frankenweenie (1984 e 2012)

Ma c’è chi fa molto più che comunicare con i morti, vorrebbe riportarli in vita. Come Victor Frankenstein, un ragazzino che ha un unico compagno di giochi Sparky, il suo amato cagnolino. Quando Sparky viene investito da un’auto Victor fa di tutto per resuscitarlo. Il cortometraggio stay motion girato da Burton nel 1984 è diventato nel 2012 un movie in cease movement, una storia molto personale per Burton che ha raccontato di aver voluto fare questo movie per spiegare il primo grande amore di un bambino, quello per il proprio animale domestico, e il primo grande dolore quando questo muore. Su Disney+.

7. Darkish Shadows (2012)

Darkish Shadows (Netflix) è ispirato all’omonima cleaning soap opera degli anni Sessanta creata da Dan Curtis con Johnny Depp, Helena Bonham Carter, Michelle Pfeiffer e Chloe Moretz.A metà del XIII° secolo, i coniugi Collins e il figlioletto Barnabas salpano dall’Inghilterra alla volta del Maine, dove avviano un impero commerciale e favoriscono la nascita di una cittadina che porta il loro nome: Collinsport. Anni dopo, Barnabas è un giovin signore ricco e di bell’aspetto, che s’innamora perdutamente della dolce Josette e infrange così il cuore di Angelique Bouchard, che lo aveva servito e adorato. Assetata di vendetta, Angelique, che è una potente strega, lo tramuta in vampiro e lo fa seppellire vivo. Al suo risveglio, nel 1972, Barnabas scopre che il suo maniero e la sua famiglia sono andati in rovina e che l’intera città vive nel mito dell’intraprendente Angie, imprenditrice di successo e vecchia conoscenza di Barnabas.

8. Massive Fish (2003)

Massive Fish, dal libro di Daniel Wallace, racconta la storia di un vecchio commesso viaggiatore contaballe (Albert Finney) ottusamente radicato nei racconti fantastici con cui ha descritto la sua vita o un personaggio misterioso e mitologico, un avventuriero dalla vita straordinaria. Il figlio è Ewan McGregor e si può vedere su Tim Imaginative and prescient. 

9. Nightmare earlier than Christmas

Il fim cult da giocarsi a scelta tra Halloween e Natale è il cartoon in cease movement a doppia firma: Burton/Selick su Disney+. La notte in cui Jack Skeletron, Signore di Halloweentown, decise di prendere il posto di Santa Claus a Christmastown, i bimbi ricevettero i più spaventosi tra i doni. L’amore però riuscì a salvarlo.

10. Mercoledì, Nevermore: bulli e delitti

L’adolescente della famiglia Addams (Jenna Ortega), asociale e attratta dal gotico con la passione per i gialli (ne sta scrivendo uno con protagonista il suo alter ego, la detective Viper) e un talento per il violoncello, dopo aver vendicato il fratello Pugsley dai bulli (“mio fratello lo torturo solo io”) finisce a Nevermore, un istituto per ragazzi speciali dove, tanti anni prima, sua madre Morticia (Catherine Zeta-Jones) e suo padre (Luis Guzmán) si sono innamorati. Nonostante tutti i suoi tentativi di fuggirne finirà per essere invischiata in una serie di omicidi che scuotono la scuola e suo malgrado dovrà chiedere aiuto ai suoi compagni di scuola, sirene, gargoyle, donne lupo tra gli altri per cercare di risolvere il mistero. La serie dei document è su Netflix.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here